71° Festival di Sanremo: seconda serata 3/3/2021

Considerazioni generali sulla serata:

Innanzitutto un appunto su quanto (non) ho scritto ieri riguardo all’esibizione di Achille Lauro che ogni sera ne eseguirà una diversa musicale-teatrale. Mi sono limitato a elencare il momento in cui si è esibito senza commentare o descrivere nulla dell’esibizione perché è molto particolare e, secondo me, può essere interpretata in vari modi e quindi meglio lasciare, a chi non l’ha vista, la possibilità di vederla dando la propria lettura interpretativa.
Altra precisazione: le coreografie dei balletti a inizio serata sono di Franco Miseria, ispirate al varietà del passato, mentre Amadeus e Fiorello cantano la sigla intitolata “Love Sanremo (Sanremo vogliamo cantare per te)” scritta da Rocco Tanica e Sergio Conforti.

 

Di seguito la cronaca della serata con i miei voti:

Apre la serata Fiorello che entra in teatro dalla strada, ballando e vestito di nero con una ruota di piume nere sulla schiena, una specie di pavone-corvo, definito ironicamente lo zaino di scuola di Achille Lauro.

Passa in platea dove si nota il nuovo allestimento delle poltrone  tutte occupate da palloncini con disegnate delle faccine, il volto delle poltrone che finalmente vedono il festival.
Inizia la gara con le nuove proposte:
  • Wrongonyou: “Lezioni di volo” (testo di Wrongonyou, al Kassem, musica di Wrongonyou, Al Kassem, Scirè, dirige Valeriano Chiaravalle) – Bravo e il brano funziona bene sia musicalmente che nel testo anche se con qualche ingenuità (8- ).
  • Greta Zuccoli: “Ogni cosa sa di te” (testo e musica di Greta Zuccoli, dirige Rodrigo D’Erasmo) – Il brano è troppo lento e il testo un po’ ripetitivo, lei ha una voce debole che appiattisce l’effetto dell’interpretazione (6½).
  • Davide Shorty: “Regina” (testo di Davide Shorty, musica di Davide Shorty, Guarcello, Savarese, Triglia, dirige Carmelo Patti) – Bella voce ben modulata nei vari passaggi del canto, molto elegante nel canto come nella parte rap, brano ben variato, il testo non è male e si accosta bene alla musica anche se un po’ ripetitivo (8½).
  • Dellai: “Io sono Luca” (testo e musica di Matteo e Luca Dellai, dirige Federico Mecozzi) – Una volta c’erano Paola e Chiara, ora i gemelli Dellai, il brano è semplice ma simpatico, purtroppo canta quasi sempre solo uno dei due e quando cantano insieme non duettano ma si limitano all’unisono, il finale è troppo debole, peccato (7+).
Passano alle semifinali di venerdì: Davide Shorty e Wrongonyou.

 

(pubblicità)

Anche stasera inizia la gara big con la simpatica sigla del festival di Sanremo cantata da Amadeus e Fiorello con le ballerine che stasera li accompagnano con bastoni da passeggio/ballo.
Fiorello e Amadeus confessano i propri nomignoli dati dalle mogli: amorino e patato.
Inizia la gara dei big:
  • Orietta Berti: “Quando ti sei innamorato” (testo di Boccia, Esposito, Rettani, musica di Boccia, Esposito, dirige Enzo Campagnoli) – Bella canzone con variazioni godibili, forse appena lenta nelle strofe ma orecchiabile e quasi già si canta, bel testo, lei meravigliosamente perfetta (9½).
Elodie presenta:
  • Bugo: “E invece sì” (testo di Bugo, Bonomo, musica di Bugo, Bonomo, Bertolotti, dirige Simone Bertolotti) – Niente male anche se sembra scritta per essere cantata da un bambino allo Zecchino d’oro, ma il messaggio è valido per ogni età (8½).

(pubblicità)

Fiorello canta “La solitudine” di Laura Pausini su musica di Bohemian Rhapsody dei Queen.
Laura Pausini, vincitrice da pochi giorni del Golden Globe, prima a vincere co un brano tutto in italiano e canta: “Io sì”.
Con Fiorello improvvisano “The rhythm of the night” a cappella con Fiorello a fare beatbox e Amadeus il cubista.
  • Gaia: “Cuore amaro” (testo di Gaia, Ettorre, musica di Spedicato, Dezi, dirige Orange) – Ricorda molto il brano di Elettra Lamborghini del Festival dello scorso anno sia musicalmente che nel modo di cantare e non è un complimento (6+).
Promo Liguria.
  • Lo stato sociale: “Combat pop” (testo di Cazzola, Draicchio, Ettorre, Guenzi, Guidetti, Roberto, Romagnoli, dirige Fabio Gargiulo) – Interpretazione magica, nel senso che hanno fatto delle “magie” sul palco, brano travolgente e spensierato ma con un testo che fa riflettere, sarebbero stati da voto molto alto, peccato che non siano capaci di tenersi le parolacce in testa (5+).

(pubblicità)

Omaggio a Ennio Morricone: tema di forte suonato da Ennio Salsa, poi Andrea Morricone dirige l’orchestra di Sanremo in “Metti una sera a cena” poi “In your love” cantata da Il volo.
  • La rappresentante di lista: “Amare” (testo di Lucchesi, Mangiaracina, musica di Lucchesi, Mangiaracina, Dardust, Cammarata, dirige Carmelo Patti) – Energici e particolari, testo ripetitivo e semplice (8).

(pubblicità)

Fiorello ironizza sui palloncini in sala, poi canta una canzone che spaccia essere un inedito di Vasco Rossi sugli anziani che guardano i cantieri dal titolo “Gli scavi sopra”, molto credibile e simpatica.
  • Malika Aiane: “Ti piaci così” (testo di Malika Aiane, Pacifico, musica di Malika Aiane, Flora, Rampino, dirige Daniele Parziani) – Brano anonimo, lei sempre brava (7).
Alex Schwazer racconta la sua storia di ingiusta accusa di doping.
Elodie canta un mix di brani del festival.

 

(pubblicità)

Gigliola Cinquetti (Non ho l’età, Dio come ti amo), Fausto Leali (Mi manchi, Io amo), Marcella Bella (Senza un briciolo di testa, Montagne verdi).
  • Ermal Meta: “Un milione di cose da dirti” (testo di Ermal Meta, musica di Ermal Meta, Cardelli, dirige Diego Calvetti) – Brano vario musicalmente, nel testo invece molto poco, sembra manchi una conclusione al testo anche se non è male (9- ).

(pubblicità)

  • Extraliscio con Davide Toffolo de i tre allegri ragazzi morti: “Bianca luce nera” (testo di Pacifico, Mariani, Sgarbi, musica di Mariani, dirige Roberto Molinelli) – Inizia bene, quasi ipnotica, ma poi risulta ripetitiva fino alla noia (8- ).
Gigi D’Alessio canta con i giovani rapper Enzo Dong, Ivan Granatino, Samurai Jay, Lele Blade, con Max D’Ambra.
Collegamento con Zlatan Ibrahimović al termine della partita del Milan.

 

(pubblicità)

Achille Lauro con Francesca Barra e Claudio Santamaria.
  • Random: “Torno a te” (testo di Random, musica di Balice, dirige Valeriano Chiaravalle) – “pàura”, “solli”, magari qualche esercizio di dizione gioverebbe, il brano non è male sia nel testo che nella musica (7+).
  • Fulminacci: “Santa Marinella” (testo e musica di Fulminacci, dirige Rodrigo D’Erasmo) – Mi piace, sono rimasto ipnotizzato da interpretazione, musica, orchestrazione, cori e anche il testo sebbene un pelo ripetitivo verso il finale (10- ).
  • Willie Peyote: “Mai dire mai (La locura)” (testo di Willie Peyote, musica di Bestonzo, Cavalieri D’Oro, Petrelli, dirige Dario Bestonzo) – Bravo, buon ritmo, bel testo legato all’attualità, peccato per le parolacce (5½).

(pubblicità)

 
Fiorello, Elodie: “Vattene amore”.
Cristiana Gilelli della nazionale calcio femminile.
  • Gio Evan: “Arnica” (testo di Gio Evan, musica di Gio Evan, Catitti, dirige Valeriano Chiaravalle) – Solo per i calzoni corti lo farei vincere ma canta in modo strano e a volte non si capisce cosa dice (6).
  • Irama: “La genesi del tuo colore” (testo di Irama, musica di Irama, Dardust, Nenna, dirige Giulio Nenna) – In gara con la registrazione della prova generale perché è in quarantena, brano particolare con molte modifiche della voce, energico e coinvolgente (7½).
Elodie si racconta e canta accompagnata da Mauro Tre, che le ha dato la forza di cantare e cambiare la sua vita, Stefano Rielli e Marco Girardo.
Classifica provvisoria votata dalla giuria demoscopica di stasera:
  1. Ermal Meta.
  2. Irama.
  3. Malika Aiane.
  4. Lo stato sociale.
  5. Willie Peyote.
  6. Gaia.
  7. Fulminacci.
  8. La rappresentante di lista.
  9. Extraliscio con Davide Toffolo.
  10. Gio Evan.
  11. Orietta Berti.
  12. Random.
  13. Bugo.
La mia classifica provvisoria di stasera, a seguito del primo ascolto e delle penalità “parolaccia” è la seguente:
  1. Fulminacci (10- ).
  2. Orietta Berti (9½).
  3. Ermal Meta (9- ).
  4. Bugo (8½).
  5. La rappresentane di lista (8).
  6. Extraliscio con Davide Toffolo (8- ).
  7. Irama (7½).
  8. Random (7+).
  9. Malika Aiane (7).
  10. Gaia (6+).
  11. Gio Evan (6).
  12. Willie Peyote (5½).
  13. Lo stato sociale (5+).
Ed ecco la classifica generale ufficiale delle prime due serate:
  1. Ermal Meta.
  2. Annalisa.
  3. Irama.
  4. Malika Ayane.
  5. Noemi.
  6. Fasma.
  7. Francesca Michielin e Fedez.
  8. Lo stato sociale.
  9. Willie Peyote.
  10. Francesco Renga.
  11. Arisa.
  12. Gaia.
  13. Fulminacci.
  14. La rappresentante di lista.
  15. Måneskin.
  16. Max Gazzè e la tripluoperazina Monstery Band.
  17. Colapesce DiMartino.
  18. Coma_Cose.
  19. Extraliscio e Davide Toffolo.
  20. Madame.
  21. Gio Evan.
  22. Orietta Berti.
  23. Random.
  24. Bugo.
  25. Ghemon.
  26. Aiello.
La mia classifica generale delle prime due serate:
  1. Fulminacci (10- ).
  2. Orietta Berti (9½).
  3. Arisa (9).
  4. Ermal Meta (9- ).
  5. Max Gazzè e la tripluoperazina mostery band (8½).
  6. Bugo (8½).
  7. La rappresentane di lista (8).
  8. Extraliscio con Davide Toffolo (8- ).
  9. Annalisa (8- ).
  10. Francesca Michielin & Fedez (7½).
  11. Irama (7½).
  12. Coma_cose (7+).
  13. Random (7+).
  14. Malika Aiane (7).
  15. Fasma (7).
  16. Colapesce e DiMartino (7- ).
  17. Ghemon (7= ).
  18. Noemi (6½).
  19. Francesco Renga (6+).
  20. Gaia (6+).
  21. Gio Evan (6).
  22. Madame (6).
  23. Willie Peyote (5½).
  24. Lo stato sociale (5+).
  25. Måneskin (5).
  26. Aiello (4).
A domani per la terza serata del festival.

Pubblicato da igorfree

Autore anche dei seguenti siti: www.radioigor.tk - www.spartiticorali.tk www.dodorifanclub.tk - www.igorfree-scuola.tk - www.corocaiterni.tk - www.iosonoa.tk - Ha partecipato alla realizzazione di www.orizzonteverticale.tk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.