71° Festival di Sanremo: terza serata 4/3/2021

Considerazioni generali sulla serata:

Stasera non saranno eseguite le canzoni in gara, i big canteranno brani famosi di altri, reinterpretandoli a modo loro.
La gara delle “cover” sarà votata dall’orchestra.
Una parola sulla scenografia. Nei primi due giorni non ne ho parlato perché mi faceva venire in mente qualcosa di noto ma non riuscivo a mettere a fuoco cosa. Oggi m’è venuto in mente, sembra un misto di astronave di Guerre stellari e Star Trek, si stringe prospetticamente verso il centro (dove si trova la scala) con una serie di ottagoni schiacciati concentrici, effetto accentuato da cerchi luminosi allineati ai lati che danno l’idea di tubazioni.
Di seguito la cronaca della serata con i miei voti:

La serata inizia con la storica sigla del festival di Sanremo scritta da Pippo Caruso per le conduzioni di Pippo Baudo.

Oggi era il compleanno di Lucio Dalla e viene ricordato dai Negramaro che eseguono “4 marzo 1943”.
Poi “Meraviglioso” di Domenico Modugno e Riccardo Pazzaglia.
  • Noemi con Neffa: “Prima di andare via” – All’inizio hanno cantato facendo tutti gli attacchi in ritardo, forse era voluto ma l’effetto non è stato gradevole, poi il brano ha ripreso l’andamento della versione originale recuperando gradevolezza, purtroppo non hanno duettato quasi per nulla, cantando quasi totalmente all’unisono, salvo brevi vocalizzi (5½).
  • Fulminacci con Valerio Lundini e Roy Paci: “Penso positivo” – Il brano in gara lo canta con la chitarra, oggi inizia suonando la batteria, esecuzione simile all’originale ma con la tromba di Roy Paci a fare da energico contrappunto musicale creando un perfetto duetto canoro-musicale, si inseriscono anche variazioni sull’attualità di Valerio Lundini, ballano, sono trascinanti e originali pur restando sulla base originale, bravi (9+).
Entra la top model Vittoria Ceretti.
  • Francesco Renga e Casadilego: “Una ragione di più” – Arrangiamento molto particolare e sognante, lei con una voce eterea e, cosa più importante, loro duettano a due voci con accordi molto particolari, bravi (9½).
(pubblicità)
  • Extraliscio con Davide Toffolo e Peter Pichler: “Medley Rosamunda” – Esecuzione molto divertente, anche scenograficamente, di Casatchock e Rosamunda in versione liscio con l’accompagnamento del Trautonium di Peter Pichler, una botta di allegria e originalità, viva il bistrattato liscio (9).
Fiorello parla di Zingaretti che si dimette da segretario del PD, poi Amadeus tira fuori il telefono e fa sentire un messaggio vocale di Vasco Rossi che si complimenta per l’esecuzione del brano fatta da Fiorello.
Fiorello canta Gianni Morandi e Massimo Ranieri mettendo le parole di uno sulla musica dell’altro e viceversa.
Fasma con Nesli: “La fine” – Un microfono non funziona, vengono giustamente interrotti.
(pubblicità)
  • Fasma con Nesli: “La fine” – Brano con parolaccia, non duettano, Fasma continua a cantare con la voce distorta elettronicamente, Nesli non sempre preciso nell’intonazione, deludente (4).
  • Bugo con i Pinguini tattici nucleari: “Un’avventura” – Buona esecuzione, duettano, hanno reinterpretato il brano anche se la scelta musicale lo rende meno entusiasmante dell’originale, però hanno avuto coraggio, bravi (8).
  • Francesca Michielin e Fedez: “E allora felicità” – Medley di vari brani riarrangiati insieme, lei all’inizio al pianoforte, molto carino ma nulla di eclatante e non duettano ma si limitano a cantare insieme all’unisono (6+).
  • Irama con la voce inedita di Francesco Guccini: “Cyrano” – Registrazione della prova fatta prima del festival, lui molto bravo ma da solo, niente duetto, a parte la voce recitante di Guccini all’inizio (6).
  • Måneskin con Manuel Agnelli: “Amandoti” – Gianna Nannini è già rock, loro l’hanno intensificata ancora di più musicalmente, ottimi i duetti a due voci (10= ).
(pubblicità)
  • Random con i The kolors: “Ragazzo fortunato” – Un piccolo tentativo di duettare c’è, Random ci mette del suo con inserti parlati, buona energia nella musica, niente male (7½).
  • Willie Peyote con Samuele Bersani: “Giudizi universali” – Praticamente identica all’originale a parte che a cantarla si alternano in due senza duettare, deludente (4½).
Antonella Ferrari malata di sclerosi multipla recita un brano dal suo spettacolo teatrale sulla sua malattia.
(pubblicità)
Valeria Fabrizi porta un libretto dei testi del festival del 1952.
  • Orietta Berti con Le deva: “Io che amo solo te” – Bella esecuzione con un quartetto vocale femminile che forse avrebbe potuto esprimersi di più in coro e duettare di più con Orietta Berti, comunque esibizione molto elegante (8+).
Arriva Zlatan Ibrahimović in ritardo a causa di un incidente che ha bloccato l’autostrada, lascia la macchina e trova un motociclista che lo accompagna per 60 chilometri fino a Sanremo.
  • Gio Evan con i cantanti di The voice senior: “Gli anni” – Sono in cinque, come l’esibizione precedente, ma cantano tutti all’unisono, i “senior” cantano meglio di Gio Evan (6- ).
(pubblicità)
  • Ghemon con i Neri per caso: “L’essere infinito (L.E.I.)” – Medley di più brani, partendo a cappella con i Neri per caso e poi con l’aggiunta dell’orchestra, potevano fare qualcosa di più ardito rivoluzionando qualche altra canzone ma almeno ci siamo goduti musica vocale di qualità (8½).
Spot crociere.
 
Siniša Mihajlović intervistato con Zlatan Ibrahimović, poi cantano “Io vagabondo” con Amadeus e Fiorello.
(pubblicità)
  • La rappresentante di lista con Donatella Rettore: “Splendido splendente” – Quasi identica all’originale, non duettano, peccato (6= ).
  • Arisa con Michele Bravi: “Quando” – Duettano con grande eleganza anche se lui a volte si sente poco rispetto a lei, musica molto delicata, forse troppo (9- ).
Donato Grande, bomber della nazionale di power chair football.
 
(pubblicità)
 
Achille Lauro con Emma Marrone e Monica Guerritore.
Fiorello canta “Un’ora sola ti vorrei” con Amadeus che parla come Mina e Alberto Lupo in “Parole parole”.
  • Madame: “Prisencolinensinainciusol” – Nessun duetto, anche perché sarebbe stato molto difficile con un brano del genera, lai l’ho fatto suo adattandolo, brava (8- ).
(pubblicità)
  • Lo stato sociale con Emanuela Fanelli e Francesco Pannofino: “Non è per sempre” – Al termine del brano elencano teatri,cinema e club chiusi da febbraio 2020 causa covid-19 che non si sa quando riapriranno, bella idea solidale ma non basta come originalità nel canto, sebbene bravissimi (7+).
  • Annalisa con Federico Poggipollini: “La musica è finita” – Bravissima ma, finale a parte, c’è poco di nuovo e l’accompagnamento di chitarra elettrica non aggiunge molto (7= ).
  • Gaia con Lous and the Yakuza: “Mi sono innamorato di te” – Interpretazione molto dolce e delicata (che però all’una di notte fa l’effetto di una ninna nanna) con un accenno di duetto a due voci e parte di canto in francese, potevano duettare molto di più (8= ).
  • Colapesce e DiMartino con la partecipazione straordinaria della voce inedita di Franco Battiato: “Povera patria” – Tentano a fatica di duettare, comunque bella esecuzione (7- ).
  • Coma_Cose con Alberto Radius e Mamakass: “Il mio canto libero” – Lui ha una voce che si avvicina un po’ a Lucio Battisti, il brano si presta a duettare e addirittura ci sono dei duetti previsti nell’originale e loro invece cantano tutto all’unisono, delusione (4+).
(pubblicità)
Negramaro: Medley di Contatto e La cura del tempo.
Spot Liguria.
  • Malika Ayane: “Insieme a te non ci sto più” – Bella reinterpretazione accompagnata da tre ballerini, peccato non ci sia stato un duetto (7).
  • Max Gazzè con la Magical mistery band: “Del mondo” – In realtà Daniele Silvestri, non mi hanno convinto pur essendo una buona esibizione con quasi nessun duetto (6½).
  • Ermal Meta con la Napoli mandolin orchestra: “Caruso” – Nulla di particolare, a parte un gorgheggio finale, e i mandolini quasi non si sentono (5).
  • Aiello con Vegas Jones: “Gianna” – Eccessivo ma l’ha fatta sua così come Vegas Jones (9= ).
Classifica provvisoria votata dall’orchestra:
  1. Ermal Meta.
  2. Orietta Berti.
  3. Extraliscio con Davide Toffolo.
  4. Willie Peyote.
  5. Arisa.
  6. Måneskin.
  7. Annalisa.
  8. Max Gazzè e la tripluoperazina monstery band
  9. La rappresentante di lista.
  10. Ghemon.
  11. Lo stato sociale.
  12. Gaia.
  13. Irama.
  14. Colapesce DiMartino.
  15. Fulminacci.
  16. Malika Aiane.
  17. Noemi.
  18. Madame.
  19. Francesco Renga.
  20. Fasma.
  21. Francesca Michielin e Fedez.
  22. Aiello.
  23. Bugo.
  24. Gio Evan.
  25. Random.
  26. Coma_Cose.
Classifica generale provvisoria delle prime 10 posizioni sommando le classifiche dei primi 3 giorni:
  1. Ermal Meta.
  2. Annalisa.
  3. Willie Peyote.
  4. Arisa.
  5. Irama.
  6. Lo stato sociale.
  7. Malika Aiane.
  8. Extraliscio con Davide Toffolo.
  9. Orietta Berti.
  10. Måneskin.
La mia classifica provvisoria di stasera per le cover:
  1. Måneskin (10= ).
  2. Francesco Renga (9½).
  3. Fulminacci (9+).
  4. Extraliscio (9).
  5. Arisa (9- ).
  6. Aiello (9= ).
  7. Ghemon (8½).
  8. Orietta Berti (8+).
  9. Bugo (8).
  10. Madame (8- ).
  11. Gaia (8= ).
  12. Random (7½).
  13. Lo stato sociale (7+).
  14. Malika Aiane (7).
  15. Colapesce e DiMartino (7- ).
  16. Annalisa (7= ).
  17. Max Gazzè e la tripluoperazina monstery band (6½).
  18. Francesca Michielin e Fedez (6+).
  19. Irama (6).
  20. Gio Evan (6-).
  21. La rappresentante di lista (6= ).
  22. Noemi (5½).
  23. Ermal Meta (5).
  24. Willie Peyote (4½).
  25. Coma_Cose (4+).
  26. Fasma (4).
A domani per la quarta serata del festival.

Pubblicato da igorfree

Autore anche dei seguenti siti: www.radioigor.tk - www.spartiticorali.tk www.dodorifanclub.tk - www.igorfree-scuola.tk - www.corocaiterni.tk - www.iosonoa.tk - Ha partecipato alla realizzazione di www.orizzonteverticale.tk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.