Crea sito

Sanremo 2015 Archive

0

65° Festival di Sanremo: quinta serata (finale) 14/2/2015

Ultima serata, la finale dei big; eh, stavolta non ce la faccio, ve lo dico subito perché sono proprio contento: hanno vinto il 65° Festival della canzone italiana i ragazzi de Il Volo, evviva!!!

Ehm, bene, torniamo seri…

Dato che ci sto elenco anche gli altri premiati:
– 2° classificato: Nek.
– 3° classificato: Malika Ayane.
– Premio miglior arrangiamento assegnato dall’orchestra a Nek.
– Premio della sala stampa “Lucio Dalla” assegnato a Nek.
– Premio della critica “Mia Martini” assegnato a Malika Ayane.

Insomma, anche se non hanno vinto il Festival sia Nek che Malika Ayane possono ritenersi più che soddisfatti.

E intanto Il Volo prende il volo (m’è scappata…) e se, come previsto, parteciperà all’Eurosong Contest 2015, beh, quest’anno rischiamo proprio di vincere!

Gli ospiti di stasera, in ordine di apparizione:
– Gli attori del musical “Romeo e Giulietta” che hanno presentato un estratto dallo spettacolo.
– Gli attori della serie TV “Braccialetti rossi”.
– La PFM con la banda dell’Esercito Italiano e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo suonano in modo molto particolare l’ouverture del Nabucco.
– I coniugi Bartolomeo e Concetta Manenti che hanno 65 anni di matrimonio (come gli anni del Festival) e che vivono in via Sanremo.
– Gianna Nannini che canta e sbaglia un paio di attacchi…
– Giorgio Panariello che entra come Renato Zero cantando “La favola mia”, poi fa un monologo e viene premiato con un leone per il suo impegno a Sanremo.
– Ed Sheeran.
– I Boiler con il loro gruppo di giornalisti.
– Will Smith, che si diverte con Carlo Conti, e Margot Robbie.
– Marta e Gianluca in “Speed date”.
– Enrico Ruggeri canta la sua nuova canzone “Tre signori” dedicata/ispirata/pensando a Gaber, Jannacci e Faletti.

Gli anni passati davo anche indicazioni sui vestiti ma quest’anno non ci ho messo minimamente attenzione, spero qualche lettore non sia deluso da ciò.
Stasera i cantanti, prima di esibirsi, hanno ricevuto un incoraggiamento in brevi video da una persona che li conosce, in alcuni casi sono stati molto divertenti.
Come preannunciato ieri, questa sera i miei voti riguarderanno la cantabilità dei brani in gara.

  1. Marco Masini – “Che giorno è” (autori: Masini, Camba, Coro – direttore: Roberto Rossi – augurio di Leonardo Pieraccioni che scherzando spera arrivi ultimo): si canta anche se le parole non sono immediate, il ritornello si fissa subito in testa (oggi in automobile non ho fatto altro che mugolarlo) (voto 10-).
  2. Nina Zilli – “Sola” (autori: Nina Zilli – direttore: Mauro Pagani – augurio di J-Ax): crea una bella atmosfera ma non si canta (voto 7½).
  3. Chiara – “Straordinario” (autori: Meta, Pollex – direttore: Roberto Rossi – augurio di Fiorella Mannoia): il ritornello ha una melodia che si può ricordare ma con difficoltà, sarebbe interessante eseguita in duetto (voto 8+).
  4. Dear Jack – “Il mondo esplode tranne noi” (autori: Romitelli, Simonetta – direttore: Pino Perris – augurio di Checco dei Modà): ritornello estremamente semplice con parole sempre uguali, si canticchia anche se non è immediato, le strofe no (voto 9).
  5. Malika Ayane – “Adesso e qui (nostalgico presente)” (autori: Ayane, Pacifico, Caccamo, Flora – direttore: Daniele Parziani – augurio di Caterina Caselli che canta persino un pezzetto di “Nessuno ti può giudicare”!): troppo particolare, non si memorizza e non si canta (voto 7-).
  6. Nek – “Fatti avanti amore” (autori: Nek, Chiaravalli, Bonomo, Fazio – direttore: Luca Chiaravalli – augurio di Max Biaggi ed Eleonora Pedron): la strofa non si canta subito, il ritornello sono tre parole… Orecchiabile (voto 9=).
  7. Il Volo – “Grande amore” (autori: Boccia, Esposito – direttore: Carolina Bubbico – augurio di Placido Domingo): si canta praticamente tutta! (voto 10).
  8. Annalisa – “Una finestra tra le stelle” (autori: Francesco Silvestre – direttore: Diego Calvetti – augurio di Alessandra Amoroso): ci si perde ad ascoltarla e non viene il pensiero di cantarla anche se il ritornello e discretamente orecchiabile (voto 9-).
  9. Alex Britti – “Un attimo importante” (autori: Alex Britti – direttore: Adriano Pennino – augurio di Edoardo Bennato): orecchiabile ma difficile da cantare (voto 7+).
  10. Irene Grandi – “Un vento senza nome” (autori: Grandi, Lanza – direttore: Saverio Lanza – augurio originale e simpatico di Stefano Bollani): facile da cantare, meno da ricordare (voto 9½).
  11. Lorenzo Fragola – “Siamo uguali” (autori: Fragola, Fedez, Cogliati – direttore: Lucio Fabbri – augurio simpatico di Fedez): ritornello cantabile (voto 9+).
  12. Bianca Atzei – “Il solo al mondo” (autori: Francesco Silvestre – direttore: Diego Calvetti – augurio di Francesco Renga): non cantabile, si può seguire ma a fatica (voto 7).
  13. Moreno – “Oggi ti parlo così” (autori: Donadoni, Casalino, Dagani, Erba, Zangirolami – direttore: Peppe Vessicchio – augurio rap di Flavio Insinna): il ritornello si canticchia, il resto non è cantato (chiude con una dedica agli addetti ai lavori ed ai sostenitori) (voto 8½).
  14. Gianluca Grignani – “Sogni infranti” (autori: Gianluca Grignani – direttore: Adriano Pennino – augurio di Emis Killa): difficile memorizzarla e cantarla (voto 8).
  15. Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi – “Io sono una finestra” (autori: Di Michele, Petrangeli – direttore: Lucio Fabbri – augurio di Rossana Casale): si ascolta, non si canta (voto 6½).
  16. Nesli – “Buona fortuna amore” (autori: Nesli, Brando – direttore: Umberto Iervolino – augurio di Marco Bocci): non ci sono grandi appigli per cantarla (voto 7=).

Appuntamento al prossimo anno con l’edizione numero 66.

0

65° Festival di Sanremo: quarta serata 13/2/2015

Penultima serata del Festival, stasera si sono sfidati, sempre due a due, i finalisti delle nuove proposte per decretare il vincitore che, anticipo, si è aggiudicato tutti i premi disponibili (vittoria nuove proposte, premio della critica “Mia Martini”, premio della sala stampa “Lucio Dalla”).
Stasera ho aggiunto anche i direttori delle esecuzioni che nelle scorse sere non ho riportato.

Si sono esibiti di nuovo tutti i 20 big e quattro sono stati eliminati, domani sera la finale a 16.

Gli ospiti di stasera, in ordine di apparizione:
– Antonio Conte, commissario tecnico della nazionale italiana di calcio, intervistato da Conti.
– Virginia Raffaele prima entra come Ornella Vanoni, poi, più tardi, fa la centralinista del televoto del Festival.
– Sammy Basso affetto dalla rarissima sindrome da invecchiamento precoce.
– Gabriele Cirilli che racconta il suo viaggio in aereo verso Sanremo.
– Elena Sofia Ricci che canta.
– Giovanni Allevi che presenta il suo nuovo disco.
– Rocco Tanica con la sua rassegna stampa.
– The Avener con Phoebe Killdeer hanno proposto il loro successo “Fade out lines”.

Di seguito le quattro nuove proposte in gara con i miei voti.

  1. Amara – “Credo” (Mineo, Mineo – direttore: Angelo Avarello): stasera era più limpida (voto 8½).
  2. Kutso – “Elisa” (Matteo Gabbianelli – direttore: Adriano Pennino): un mix tra Ivan Graziani, Rino Gaetano e discreta pazzia, divertenti (voto 9½).

Passano il turno i Kutso con il 58% dei voti.

  1. Enrico Nigiotti – “Qualcosa da decidere” (Nigiotti, Galvagno – direttore: Umberto Iervolino): All’inizio gli trema la voce, comunque bravo (voto 9).
  2. Giovanni Caccamo – “Ritornerò da te” (Giovanni Caccamo – direttore: Daniele Parziani): bravo ma non entusiasmante (voto 9-).

Passa il turno Giovanni Caccamo con il 52% dei voti.

Nella sfida tra i Kutso e Giovanni Caccamo vince il secondo con il 56% dei voti, secondo me immeritato.

Di seguito la mia valutazione dei 20 cantanti in gara.
Devo dire che dopo la prima metà ho trovato difficoltà a mettere i voti perché non avevo lasciato sufficienti voti intermedi per valutare gli ultimi ad esibirsi e quindi ho dovuto fare qualche modifica che però mi lasciano con qualche dubbio riguardo alle valutazioni numeriche.
Quest’anno non ho fatto la solita valutazione “si canta, non si canta”, magari la farò domani per tutti i 16 brani rimasti in gara, però anticipo che m’è venuto in mente quando ho ascoltato Il volo…

  1. Annalisa – “Una finestra tra le stelle” (autori: Francesco Silvestre – direttore: Diego Calvetti): brava ma la canzone è scontata (voto 8½).
  2. Nesli – “Buona fortuna amore” (autori: Nesli, Brando – direttore: Umberto Iervolino): bel testo ma lui non rende bene (voto 9=).
  3. Irene Grandi – “Un vento senza nome” (autori: Grandi, Lanza – direttore: Saverio Lanza): canzone dolce ma piatta (voto 8).
  4. Nek – “Fatti avanti amore” (autori: Nek, Chiaravalli, Bonomo, Fazio – direttore: Luca Chiaravalli): bravo, canzone energetica da ballare scatenati, testo poco vario (voto 10).
  5. Bianca Atzei – “Il solo al mondo” (autori: Francesco Silvestre – direttore: Diego Calvetti): non male, un po’ ripetitiva, lei rauca (voto 6½).
  6. Biggio e Mandelli – “Vita d’inferno” (autori: Biggio, Ferro, Mandelli – direttore: Roy Paci): grande allegria, fanno festa (voto 10-).
  7. Moreno – “Oggi ti parlo così” (autori: Donadoni, Casalino, Dagani, Erba, Zangirolami – direttore: Peppe Vessicchio): bravo, buon brano (voto 9).
  8. Lara Fabian – “Voce” (autori: Cremonini, Fabian, Zanotti – direttore: Fio Zanotti): lei bravissima ma il brano non ha momenti particolari di eccellenza (voto 9+).
  9. Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi – “Io sono una finestra” (autori: Di Michele, Petrangeli – direttore: Lucio Fabbri): bel testo, musica minimale, canto ben interpretato ma di vero canto c’è poco (voto 9-).
  10. Lorenzo Fragola – “Siamo uguali” (autori: Fragola, Fedez, Cogliati – direttore: Lucio Fabbri): discreto (voto 7-).
  11. Anna Tatangelo – “Libera” (autori: Silvestre, Palmosi – direttore: Adriano Pennino): brava ma non è una canzone che resta (voto 8).
  12. Il Volo – “Grande amore” (autori: Boccia, Esposito – direttore: Carolina Bubbico): stasera perfetti, armonia semplice ma coinvolgente (forse proprio perché è semplice), si canta! (voto 10+).
  13. Gianluca Grignani – “Sogni infranti” (autori: Gianluca Grignani – direttore: Adriano Pennino): bene ma non all’altezza degli altri (voto 7).
  14. Malika Ayane – “Adesso e qui (nostalgico presente)” (autori: Ayane, Pacifico, Caccamo, Flora – direttore: Daniele Parziani): lei dolce nell’interpretazione, brano ripetitivo (voto 7+).
  15. Dear Jack – “Il mondo esplode tranne noi” (autori: Romitelli, Simonetta – direttore: Pino Perris): orecchiabile visto che ripete tante volte la stessa frase, loro bravi (voto 9½).
  16. Marco Masini – “Che giorno è” (autori: Masini, Camba, Coro – direttore: Roberto Rossi): bel brano, si fischietta pure! (voto 10=).
  17. Nina Zilli – “Sola” (autori: Nina Zilli – direttore: Mauro Pagani): bella canzone, testo discreto (voto 😎.
  18. Alex Britti – “Un attimo importante” (autori: Alex Britti – direttore: Adriano Pennino): non male ma poco coinvolgente (voto 7=).
  19. Raf – “Come una favola” (autori: Riefoli, Grandi, Cecere – direttore: Valeriano Chiaravalle): buon testo ma la canzone rimane un po’ piatta (voto 8=).
  20. Chiara – “Straordinario” (autori: Meta, Pollex – direttore: Roberto Rossi): brava, brano carino ma nulla più (voto 7½).

Questi sono i quattro eliminati:

  • Biggio e Mandelli – “Vita d’inferno”.
  • Lara Fabian – “Voce”.
  • Raf – “Come una favola”.
  • Anna Tatangelo – “Libera”.

Appuntamento a domani con la finale.

0

65° Festival di Sanremo: terza serata 12/2/2015

Questa sera si sono esibite le seconde quattro nuove proposte.
A seguire venti cover di famose canzoni italiane eseguite dai big in gara, la vincitrice delle quali è stata premiata con un nuovo garofano realizzato dai floricoltori di Sanremo chiamato, appunto, Cover.
Meno ospiti e meno interventi non canori rispetto alle serate precedenti ma essendoci state più esibizioni canore la serata è finita verso l’una di notte.

Gli ospiti di stasera, in ordine di apparizione:
– Federico Paciotti (noto come chitarrista dei Gazosa) ha cantato e suonato con chitarra elettrica “E lucevan le stelle”, poi a fine serata suona sempre con la chitarra elettrica “Nessun dorma”.
– Samanta Cristoforetti in collegamento dalla stazione spaziale internazionale (in realtà era un’intervista registrata già disponibile su Youtube da qualche ora ma è stato finto che fosse in diretta, grazie a Paolo Attivissimo per averlo segnalato prontamente, io non ci avevo fatto caso).
– Luca e Paolo che cantano salutando i cantanti che non ci sono più, poi più tardi tornano e fingono di sposarsi in un matrimonio gay poco conveniente.
– Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, che ha regalato una maglietta da calciatore numero 10 CARLO=TV.
– Gli Sapndau Ballet che hanno cantato alcuni successi.
– Vittoria Puccini che ha presentato la fiction su Oriana Fallaci che andrà presto in onda col titolo “L’Oriana”.
– I Saint Motel che hanno cantato i loro due recenti successi.
– Rocco Tanica con la sua improbabile consueta rassegna stampa.

Di seguito le quattro nuove proposte in gara con i miei voti.

  1. Giovanni Caccamo – “Ritornerò da te” (Giovanni Caccamo): bel brano, ben realizzato, testo molto sintetico (voto 9).
  2. Serena Brancale – “Galleggiare” (Serena Brancale): più che galleggiare questo brano etereo vola, il testo è buono ma con qualche ingenuità (voto 9½).

Passa il turno Giovanni Caccamo con il 68% dei voti.

  1. Amara – “Credo” (Mineo, Mineo): bel testo ma troppo lungo e musica che sembra già sentita e semplice (voto 8½).
  2. Rakele – “Io non so cos’è l’amore” (Bungaro, Chiodo, Runco): brano discreto, testo banale e ripetitivo, lei sfiatata, voce opaca (voto 7).

Passa il turno Amara con il 58% dei voti.

Di seguito la mia valutazione, in ordine di esibizione, delle cover che sono state eseguite quattro alla volta per scegliere le cinque migliori (ogni 4 esibizioni ho azzerato i miei voti per cui ci saranno delle interpretazioni con la stessa valutazione).

  1. Raf – “Rose rosse”: ha personalizzato l’introduzione ma la canzone risulta un po’ moscia rispetto all’originale (voto 7).
  2. Irene Grandi – “Se perdo te”: versione rock con garbo, adeguata (voto 9).
  3. Moreno – “Una carezza in un pugno”: versione reggae, finisce in rap, però è troppo poco (voto 8).
  4. Anna Tatangelo – “Dio come ti amo”: interpretazione classica con alcuni tempi abbreviati, ben riuscita (voto 9+).

Nel primo gruppo, dei quattro vince Moreno con “Una carezza in un pugno”.

  1. Biggio e Mandelli – “E la vita la vita”: versione swing molto ben realizzata con duetto ben eseguito (voto 10-).
  2. Chiara – “Il volto della vita”: sembra una colonna sonora, d’atmosfera con energia (voto 8½).
  3. Nesli – “Mare mare”: come l’originale, a parte un inserto personale il resto è debole (voto 7).
  4. Nek – “Se telefonando”: in versione rock, niente male ma forse poteva osare di più (voto 9½).

Nel secondo gruppo, dei quattro vince Nek con “Se telefonando”.

  1. Dear Jack – “Io che amo solo te”: un misto di versione classica con inserti rock, potevano osare di più (voto 8½).
  2. Grazia Di Michele e Platinette – “Alghero”: versione fatta in casa, divertente (voto 8½).
  3. Bianca Atzei – “Ciao amore ciao”: dice di voler rispettare l’originale ma fa una versione rock, comunque buona (voto 9-).
  4. Alex Britti – “Io mi fermo qui”: versione originale con assolo di chitarra elettrica, lui urla troppo nelle strofe (voto 8).

Nel terzo gruppo, dei quattro vincono i Dear Jack con “Io che amo solo te”.

  1. Lorenzo Fragola – “Una città per cantare”: versione originale leggermente più ruvida (voto 7).
  2. Il Volo – “Ancora”: versione classica, poi a tre voci, peccato che sul finale il “te” non è stato sincronizzato (voto 8½).
  3. Annalisa – “Ti sento”: un accenno di rock ma non arriva al livello dell’originale (voto 8+).
  4. Lara Fabian – “Sto male”: bella interpretazione, fisica, le “e” sono troppo aperte ma è una sua caratteristica (voto 9-).

Nel quarto gruppo, dei quattro vincono Il Volo con “Ancora”.

  1. Gianluca Grignani – “Vedrai vedrai”: versione originale ben interpretata (voto 8½).
  2. Nina Zilli – “Se bruciasse la città”: un misto di spagnoleggiante, disco music e soprattutto sigle cartoni animati anni ’70/’80, incluso il suo vestito (voto 10).
  3. Malika Ayane – “Vivere”: versione dolce della canzone di Vasco Rossi, ben interpretata (voto 9½).
  4. Marco Masini – “Sarà per te”: bella interpretazione (voto 9+).

Nel quinto gruppo, dei quattro vince Marco Masini con “Sarà per te”.

E questa è la classifica finale delle cinque cover rimaste:

  1. Nek – “Se telefonando”.
  2. Il Volo – “Ancora”.
  3. Marco Masini – “Sarà per te”.
  4. Moreno – “Una carezza in un pugno”.
  5. Dear Jack – “Io che amo solo te”.

Appuntamento a domani con la finale delle nuove proposte e con l’eliminazione dei primi big dalla finale.

0

65° Festival di Sanremo: seconda serata 11/2/2015

Questa sera si sono esibite le prime quattro nuove proposte, scontrandosi due a due in una eliminatoria diretta.
A seguire gli altri dieci big.
Stessa struttura della serata di ieri, ospiti ed interventi comici hanno intervallato le esibizioni.

Gli ospiti di stasera, in ordine di apparizione:
– Il balletto di ombre cinesi realizzate, con tutto il corpo, dal gruppo Pilobolus, molto bravi.
– Joe Bastianich propone un menù per San Valentino passato a guardare Sanremo e canta un pezzetto di “Quando quando quando”.
– Biagio Antonacci canta i suoi successi e poi ricorda Pino Daniele cantando “Quando”.
– Charlize Theron intervistata da Carlo Conti.
– Fabrizio Mainini balla con Rocío Muñoz Morales sulle note di “Lei verrà” per ricordare Mango.
– Angelo Pintus con un monologo (non dei più brillanti) sui vicini francesi concluso con un pensiero ai recenti attentati.
– Pino Donaggio al quale è stata data una targa commemorativa dei 50 anni del suo successo “Io che non vivo”.
– Vincenzo Nibali intervistato brevemente da Carlo Conti.
– Claudio Amendola e Luca Argentero che hanno riproposto il “mi butto” tipico di Sanremo per presentare il loro ultimo film.
– I Boiler hanno riproposto i giornalisti improbabili.
– Conchita Wurst che ha cantato il suo ultimo successo.
– Rocco Tanica con la sua improbabile rassegna stampa.
– Javier Zanetti intervistato da Carlo Conti.
– Marlon Roudette con i suoi ultimi successi.

Di seguito le quattro nuove proposte in gara con i miei voti, la sfida diretta secondo me svantaggia qualche “migliore” e favorisce qualche “peggiore”, peccato.

  1. Kutso – “Elisa” (Matteo Gabbianelli): sono dei “pazzi” scatenati, grande energia e allegria, testoin contrasto con la musica ma anch’esso spensierato (voto 10).
  2. Kaligola – “Oltre il giardino” (Gabriele “Kaligola” Rosciglione): ha solo 17 anni ma il testo è forte, bravo, ricorda gli inizi di Jovanotti (voto 9½).

Passano il turno i Kutso con il 59% dei voti.

  1. Enrico Nigiotti – “Qualcosa da decidere” (Nigiotti, Galvagno): non male ma un po’ ripetitivo (voto 8½).
  2. Chanty – “Ritornerai” (Bonomo, Saroldi, Speroni, Barone, Delfino): brano d’atmosfera ben eseguito, testo un po’ breve (voto 9).

Passa il turno Enrico Nigiotti con il 52% dei voti.

Io avrei fatto passare i primi due ed eliminato i secondi due ma è ovviamente impossibile vista la modalità di eliminazione scelta. Almeno sarà più facile decidere il vincitore.

Dei dieci cantanti big in gara stasera i quattro a rischio di eliminazione sono Bianca Atzei, Biggio e Mandelli, Moreno, Anna Tatangelo.
Di seguito la mia valutazione, in ordine di esibizione.

  1. Nina Zilli – “Sola” (autori: Nina Zilli): blues coinvolgente, brava (voto 9+).
  2. Marco Masini – “Che giorno è” (autori: Masini, Camba, Coro): da brividi, ben riuscito, testo sull’amore coinvolgente (voto 10-).
  3. Anna Tatangelo – “Libera” (autori: Silvestre, Palmosi): brano ripetitivo e poco originale (voto 😎.
  4. Raf – “Come una favola” (autori: Riefoli, Grandi, Cecere): brano discreto, buon testo, un po’ monotono, lui emozionato (voto 8+).
  5. Il Volo – “Grande amore” (autori: Boccia, Esposito): da brivido, il brano parte piano, cresce ed esplode, finalmente tre che cantano e che sanno cantare insieme, testo semplice ma compiuto (voto 10).
  6. Irene Grandi – “Un vento senza nome” (autori: Grandi, Lanza): brano dolce ma tutto uguale, solo il testo cambia (voto 8).
  7. Lorenzo Fragola – “Siamo uguali” (autori: Fragola, Fedez, Cogliati): sembra già sentito, nulla di eccezionale (voto 7½).
  8. Biggio e Mandelli – “Vita d’inferno” (autori: Biggio, Ferro, Mandelli): cantano allegramente la loro vita d’inferno, a sentirla e “vederla” sembra ispirata a Cochi e Renato, ci voleva una canzone spensierata e irriverente (voto 9½).
  9. Bianca Atzei – “Il solo al mondo” (autori: Francesco Silvestre): brano ben costruito, cresce e poi finisce con dolcezza (voto 9).
  10. Moreno – “Oggi ti parlo così” (autori: Donadoni, Casalino, Dagani, Erba, Zangirolami): mi aspettavo qualcosa di più, comunque c’è energia (voto 8½).Appuntamento a domani con le altre 4 nuove proposte e con i 20 big che reinterpreteranno altrettante canzoni della musica italiana.

    Ciao, Igor

0

65° Festival di Sanremo: prima serata 10/2/2015

Ben ritrovati con la sessantacinquesima edizione del festival di Sanremo.

Quest’anno, preso dai tanti impegni che non mi danno tregua, avevo quasi dimenticato che stava per iniziare il festival (inaudito!!!) e me ne sono ricordato solo oggi pomeriggio mentre ero in treno a ripassare per i due esami che ho sostenuto poco dopo.
Ma non temete, sono tornato giusto in tempo per l’inizio della prima serata delle cinque previste e sarò sintetico che domattina ho la sveglia alle 5:30.

In gara ci sono venti “big”, dieci dei quali si sono esibiti stasera, le cui esibizioni sono state alternate da ospiti, comici ed altri interventi.
La serata inizia con un’anteprima realizzata da un montaggio delle prove e di interviste ai cantanti, simpatica e diversa dal solito.
La serata si apre con l’orchestra che suona “Fanfare for the common man” mentre la scenografia si accende poco a poco, svelandosi poco per volta. Bella la quinta centrale composta da uno schermo di led, convesso in alto ed in basso, che si apre scomponendosi in strisce verticali che scorrono verso i lati.

Conducono con Carlo Conti: Emma Marrone, Arisa e Rocío Muñoz Morales.

Ospiti, in ordine di apparizione:
– La famiglia Anania da Catanzaro, la più numerosa d’Italia con 16 figli.
– Tiziano Ferro che ha cantato alcuni suoi successi entusiasmando il pubblico.
– Alessandro Siani che dopo un divertente monologo ha ricordato Pino Daniele.
– Albano e Romina Power che hanno cantato i loro successi dopo 24 anni di assenza dal palco di Sanremo in coppia.
– Il Dottor Professor Fabrizio Pulvirenti, il medico di Emergency guarito dall’ebola.
– Il trio comico Boiler che si è cimentato in improbabili giornalisti con domande surreali sul Festival ai presentatori.
– Gli Imagine dragons che hanno cantato egregiamente alcuni loro successi.
– Due comici di “Made in sud”, Francesco Cicchella e Vincenzo De Honestis, fanno finta di essere Michael Bublé e interprete.

– Arisa ed Emma cantano “Il carrozzone” per ricordare tutti coloro che sono passati a Sanremo e che non ci sono più, ultimi tra tutti Mango, Giorgio Faletti e Pino Daniele.

Ma veniamo ai cantanti a cui è stato dato il giusto spazio, senza esagerare nell’abuso dei tempi dati agli ospiti.
Dei dieci cantanti in gara i quattro a rischio di eliminazione questa sera (poi si vedrà chi sarà eliminato nelle prossime sere) sono Lara Fabian, Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi (Platinette), Gianluca Grignani ed Alex Britti.
Di seguito la mia valutazione, in ordine di esibizione.

  1. Chiara – “Straordinario” (autori: Meta, Pollex): non male ma la musica è tutta un po’ uguale ed il finale è tronco (voto 7½).
  2. Gianluca Grignani – “Sogni infranti” (autori: Gianluca Grignani): niente male, brano con variazioni e testo discreto (voto 8).
  3. Alex Britti – “Un attimo importante” (autori: Alex Britti): bel brano e bel testo (voto 9).
  4. Malika Ayane – “Adesso e qui (nostalgico presente)” (autori: Ayane, Pacifico, Caccamo, Flora): un po’ ripetitiva (voto 8-).
  5. Dear Jack – “Il mondo esplode tranne noi” (autori: Romitelli, Simonetta): bravi, testo breve (voto 9-).
  6. Lara Fabian – “Voce” (autori: Cremonini, Fabian, Zanotti): lei fantastica ma il brano ha un testo non entusiasmante (voto 8-).
  7. Nek – “Fatti avanti amore” (autori: Nek, Chiaravalli, Bonomo, Fazio): ottimo brano energetico, testo semplice ma non piatto (voto 9½).
  8. Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi – “Io sono una finestra” (autori: Di Michele, Petrangeli): bella musica, bel duetto, testo particolare (voto 9+).
  9. Annalisa – “Una finestra tra le stelle” (autori: Francesco Silvestre): la musica è coinvolgente ma il testo scivola via senza che l’ascoltatore se ne accorga (voto 8+).
  10. Nesli – “Buona fortuna amore” (autori: Nesli, Brando): non male ma mi ha lasciato indifferente (voto 7+).

Appuntamento a domani con gli altri 10 brani.