Crea sito

70° Festival di Sanremo: seconda serata 5/2/2020

Considerazioni generali sulla serata:

Seconda serata del 70° Festival di Sanremo.

Ieri sera ho dimenticato di ricordare che al termine di ogni puntata non c’è più il “Dopo festival” su Rai Uno ma c’è “L’altro festival”, condotto da Nicola Savino in diretta streaming su RaiPlay.

Il messaggio di Paolo Palumbo, malato di SLA, dovrebbe essere di esempio per tutti.

Anche stasera vota la giuria demoscopica di 300 consumatori abituali di musica, domani saranno di nuovo in gara tutte le 24 canzoni dei “big” che stavolta saranno votate dall’orchestra.

Di seguito la cronaca della serata con i miei voti:

La serata inizia con Amadeus che entra dalla platea, come fatto ieri da Fiorello che stasera “non si trova” ed è nascosto in cima alle scale perché ieri ha promesso che oggi sarebbe entrato vestito da Maria De Filippi. Arriva con tanto di parrucca bionda, scendendo le scale con i tacchi in modo improbabile, imitando la De Filippi alla perfezione nei gesti e cercando di imitarne la voce. Maria De Filippi chiama Fiorello in diretta e gli fa il doppiaggio con la sua voce.

Inizia la sfida delle nuove proposte tra Gabriella Martinelli e Lula contro Fasma.

  • Gabriella Martinelli e Lula: “Il gigante d’acciaio” (testo: Gabriella Martinelli, Lula – musica: Gabriella Martinelli, Paolo Maziotti – dirige: Carlo Carcano) – Entrambe brave e sicure, brano con musica e parole molto intense, mi ha strappato un brivido (10).
  • Fasma “Per sentirmi vivo” (testo: Fasma – musica: Luigi Zammarano – dirige: Enrico Melozzi) – Usa l’auto-tune, perché?! Il brano è discreto ma così è rovinato ().

Passa il turno, con il 51% dei voti, Fasma. Per nulla meritato ma forse le due ragazze sono state troppo audaci e non capite.

Secondo duello tra Marco Sentieri e Matteo Faustini.

  • Marco Sentieri: “Billy blu” (testo e musica: Giampiero Artegiani – dirige: Danilo Ricciardi) – Splendido brano sul bullismo, sul perdono e sulle famiglie assenti, anche se eseguito prevalentemente sul filo del parlato è perfetto (10+).
  • Matteo Faustini: “Nel bene e nel male” (testo: Matteo Faustini, Marco Rettani – musica: Matteo Faustini – dirige: Mario Natale) – Ripetitivo anche se buon brano, lui bravo ma non eccelle ().

Passa il turno, con il 52% dei voti, Marco Sentieri.

Oggi, 5 febbraio, era il compleanno di Fabrizio Frizzi che viene ricordato con la presenza di Carlotta Mantovani, sua moglie.

(pubblicità)

Amadeus presenta Fiorello che fa un ingresso scenografico con balletto, poi scherza con Amadeus sulle polemiche montate prima dell’inizio del festival e dopo le polemiche sul maschilismo conia altri ismi (fiorismo, plastichismo…).

Fiorello canta “La classica canzone di Sanremo”.

Arriva Nicola Savino che presenta “L’altro festival”.

(pubblicità)

Inizia la gara dei “big”.

  • Piero Pelù: “Gigante” (testo: Piero Pelù – musica: Piero Pelù, Luca Chiaravalli – dirige: Luca Chiaravalli) – Energica ma ripetitiva, non rapisce (8).

Entrano Laura Chimenti ed Emma D’Aquino che presentano.

  • Elettra Lamborghini “Musica (e il resto scompare)” (testo: Davide Petrella – musica: Michele Canova, Iorfida – dirige: Enzo Campagnoli) – c’è solo la musica che emerge, il resto, come ripete all’esasperazione il brano, scompare, inclusa lei (6).

Fiorello entra con la racchetta di Novak Đoković che sta in platea, lo invita sul palco e cantano “Terra promessa” poi fanno due scambi a tennis.

  • Enrico Nigiotti: “Baciami adesso” (testo e musica: Enrico Nigiotti – dirige: Celso Valli) – Un po’ banale, molto ripetitiva e il finale è talmente moscio che sembra non esserci affatto ().

(pubblicità)

Sabrina Salerno.

  • Levante: “Tikibombom” (testo e musica: Levante – dirige: Daniel Bestonzo) – Mi lascia perplesso, ripetitiva e senza grande senso (6+).

Foto di Sabrina Salerno e Amadeus nel 1985, lei splendida, lui strano.

  • Pinguini tattici nucleari “Ringo Starr” (testo e musica: Riccardo Zanotti – dirige: Enrico Melozzi) – Allegri, trascinanti, testo senza pretese ma su un brano così ci sta ().

(pubblicità)

Tiziano Ferro e Massimo Ranieri cantano “Perdere l’amore”.

  • Tosca: “Ho amato tutto” (testo e musica: Pietro Cantarelli – dirige: Valeriano Chiaravalle) – Molto pacata, l’importanza del brano ce l’ha il testo anche se non sempre immediato (9).

Christian Pintus e Paolo Palumbo (ventiduenne di Nuoro malato di SLA) cantano “Io sto con Paolo”, molto emozionante e soprattutto le parole dette da Paolo dopo l’esibizione.

(pubblicità)

I ricchi e poveri, riuniti tutti e quattro dopo 40 anni, travolgenti, cantano alcuni dei loro più grandi successi, poi cantano “Che sarà” con Fiorello, poi cantano gli altri successi ottenuti dopo la separazione con la Occhiena; vincono il premio “Città di Sanremo” consegnato dall’assessore al turismo.

(pubblicità)

Zucchero che entra dalla platea al suono di “Diavolo in me”, poi canta “Spirito nel buio”, “Canzone che se ne va”, “Solo una sana e consapevole libidine”.

(pubblicità)

  • Francesco Gabbani: “Viceversa” (testo: Francesco Gabbani, Pacifico – musica: Francesco Gabbani – dirige: Fabio Gurian) – Bel brano, testo semplice come la semplicità dell’amore che racconta, non travolgente (8+).
  • Paolo Jannacci: “Voglio parlarti adesso” (testo: Andrea Bonomo, Paolo Jannacci – musica: Emiliano Bassi, Maurizio Bassi – dirige: Maurizio Bassi) – Il brano è un po’ piatto ma il testo non è male (8 – ).

Gigi D’Alessio festeggia i 20 anni del suo primo festival con “Non dirgli mai”.

  • Rancore: “Eden” (testo: Rancore – musica: Dardust – dirige: Carmelo Patti) – Brano molto serrato, anche troppo, ho faticato a seguire tutte le parole che scorrono a raffica ().

Massimo Ranieri canta “Mia ragione”.

(pubblicità)

Tiziano Ferro canta alcuni suoi successi.

  • Junior Cally “No grazie” (testo: Junior Cally, Jacopo Angelo Ettorre – musica: Jacopo Ettorre, Federico Mercuri, Giordano Cremona, Eugenio Maimone, Leonardo Grillotti – dirige: Enrico Melozzi) – Invita a pensare con la propria testa, interessante anche se non mi entusiasma, ma potrebbe diventare un tormentone (9 = ).

Emma D’Acquino parla della pericolosità di fare il giornalismo.

  • Giordana Angi: “Come mia madre” (testo e musica: Giordana Angi, Manuel Finotti – dirige: Giovanni Sciabbarrasi) – Bella interpretazione intensa ma il brano non trascina (7+).
  • Michele Zarrillo: “Nell’estasi o nel fango” (testo: Valentina Parisse – musica: Michele Zarrillo – dirige: Adriano Pennino) – Musica trascinante ma troppe parole e non coinvolgenti, non si segue granché (8 = ).

Laura Chimenti legge una lettera alle figlie.

Classifica di stasera:

  1. Francesco Gabbani.
  2. Piero Pelù.
  3. Pinguini tattici nucleari.
  4. Tosca.
  5. Michele Zarrillo.
  6. Levante.
  7. Giordana Angi.
  8. Paolo Jannacci.
  9. Enrico Nigiotti.
  10. Elettra Lamborghini.
  11. Rancore.
  12. Junior Cally.

La mia classifica di stasera:

  1. Tosca (9).
  2. Junior Cally (9 = ).
  3. Pinguini tattici nucleari (8½).
  4. Francesco Gabbani (8+).
  5. Piero Pelù (8).
  6. Paolo Jannacci (8 – ).
  7. Michele Zarrillo (8 = ).
  8. Rancore (7½).
  9. Giordana Angi (7+).
  10. Enrico Nigiotti (6½).
  11. Levante (6+).
  12. Elettra Lamborghini (6).

Classifica generale provvisoria della giuria demoscopica mettendo insieme la classifica di ieri e di oggi:

  1. Francesco Gabbani.
  2. Le vibrazioni.
  3. Piero Pelù.
  4. Pinguini tattici nucleari.
  5. Elodie.
  6. Diodato.
  7. Irene Grandi.
  8. Tosca.
  9. Michele Zarrillo.
  10. Levante.
  11. Marco Masini.
  12. Alberto Urso.
  13. Giordana Angi.
  14. Raphael Gualazzi.
  15. Anastasio.
  16. Paolo Jannacci.
  17. Achille Lauro.
  18. Enrico Nigiotti.
  19. Rita Pavone.
  20. Riki.
  21. Elettra Lamborghini.
  22. Rancore.
  23. Bugo e Morgan.
  24. Junior Cally.

A domani sera per la gara di tutti i “big”.

Pubblicato da igorfree

Autore anche dei seguenti siti: www.radioigor.tk - www.spartiticorali.tk www.dodorifanclub.tk - www.igorfree-scuola.tk - www.corocaiterni.tk - www.iosonoa.tk - Ha partecipato alla realizzazione di www.orizzonteverticale.tk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.