67° Festival di Sanremo: quarta serata 10/2/2017

Stasera è finita la gara delle nuove proposte con la proclamazione del vincitore dei giovani di Sanremo 2017.
Poi l’esibizione dei 20 big con l’eliminazione di 4 di loro; in finale andranno in 16.
Come mio consueto, stavolta indicherò i direttori di orchestra invece degli autori delle canzoni e considererò, nelle valutazioni, la cantabilità del canto dopo il primo ascolto.

– Leonardo Lamacchia: “Ciò che resta” (dirige Roberto Procaccini); bene, anche se non immediatamente cantabile (9).
– Lele: “Ora mai” (dirige Pino Perris); molto bravo lui, bel brano, in parte anche cantabile (9½).
– Maldestro: “Canzone per Federica” (dirige Maurizio Filardo); brano interpretato in modo piatto, lui svociato e rauco (7).
– Francesco Guasti: “Universo” (dirige Giulio Nenna); bene anche se il rauco non mi piace, brano che sa di già sentito ma non cantabile subito (8½).

Il vincitore è stato decretato dopo la metà della serata ma preferisco elencarvi subito la classifica:
Lele (dedica la vittoria alla famiglia e agli insegnanti).
Maldestro.
Francesco Guasti.
Leonardo Lamacchia.
– Premio della critica “Mia Martini” a Maldestro.
– Premio della sala stampa “Lucio Dalla” a Tommaso Pini.

– L’apertura della serata, dopo l’esibizione dei giovani, è stata un ballo a due, con giochi di luci, molto suggestivo, eseguito da due componenti della compagnia Kitonb.

– Stasera la votazione dei brani sarà effettuata non più dalla sala stampa (oltre a giuria demoscopica e televoto) ma da una giuria di “Esperti” composta da Giorgio Moroder (presidente), Rita Pavone, Linus, Violante Placido, Paolo Genovese, Giorgia Surina, Andrea Morricone, Greta Menchi (chi?!?!).

– Maria De Filippi parla delle facce di Sanremo e si mette dei dentoni finti….

– Inizia la gara:
– Ron: “L’ottava meraviglia” (dirige Pino Perris); bel brano ben interpretato, si canta difficilmente (7½).
– Chiara: “Nessun posto è casa mia” (dirige Mauro Pagani); poco brillante e non si canta (7).
– Samuel: “Vedrai” (dirige Cristian Rigano); non male, almeno il ritornello permette quasi di cantarlo (8- ).
– Albano: “Di rose e di spine” (dirige Alterisio Paoletti); stasera bene la voce anche se all’inizio non è stato perfetto, si canta quasi tutta (10-).

– Ospite Gaetano Moscato col nipote Filippo, sopravvissuti, aiutandosi a vicenda, all’attentato col camion a Parigi.

– Ermal Meta: “Vietato morire” (dirige Diego Calvetti); niente male, almeno il ritornello si canticchia (9- ).

– Copertina di Maurizio Crozza.

– Michele Bravi: “Il diario degli errori” (dirige Enzo Campagnoli); bravo, il ritornello si canta (9).

– Ospite Marica Pellegrinelli, modella e seconda moglie di Eros Ramazzotti.

– Fiorella Mannoia: “Che sia benedetta” (dirige Valeriano Chiaravalle); il ritornello si canticchia, gran bel brano (9+).
– Clementino: “Ragazzi fuori” (dirige Enzo Campagnoli); a parte le “storie di ragazzi fuori”, tutto il brano è incantabile (7-).

– Ospite Antonella Clerici che presenta il suo nuovo programma “Standing ovation”, canta “Felicità” e fa un autoscatto, poi presenta:

– Lodovica Comello: “Il cielo non mi basta” (dirige Roberto Rossi); semplice, il ritornello si canta e un po’ anche il resto (9½).
– Gigi D’Alessio: “La prima stella” (dirige Adriano Pennino); bel canto che si segue bene musicalmente ma non si canta immediatamente, nemmeno il ritornello (8½).

– Ospite Virginia Raffaele nei panni di Sandra Milo.

– Paola Turci: “Fatti bella per te” (dirige Luca Chiaravalli); è quasi solo un ritornello, si canta abbastanza (8).
– Marco Masini: “Spostato di un secondo” (dirige Diego Calvetti); incantabile ma il ritornello un po’ si riesce (9= ).
– Francesco Gabbani: “Occidentali’s karma” (dirige Luca Chiaravalli); stasera ha lui il costume da scimmia, quasi tutto un ritornello, alla fine si canta quasi tutta (10= ).

– Ospite Luca Zingaretti per i nuovi eposodi del Commissario Montalbano, canta un po’ vita spericolata.

– Maria regala i portachiavi Carlo in galleria.

– Michele Zarrillo: “Mani nelle mani” (dirige Fabio Gurian); bel brano ma ci sono troppe parole, non si canta (7½).
– Bianca Atzei: “Ora esisti solo tu” (dirige Marco Grasso); non si canta, peccato, mentre cantava le veniva da piangere (7= ).

– Omaggio a Giorgio Moroder, poi riceve il premio Città di Sanremo.

– Sergio Sylvestre: “Con te” (dirige Pino Perris); non si canta molto (6½).
– Elodie: “Tutta colpa mia” (dirige Fabio Gurian); si canta facilmente il ritornello, meno il resto (8½).
– Fabrizio Moro: “Portami via” (dirige Pino Perris); effetto sonnifero, mi stavo appisolando, non si canta (6+).

– Marica Pellegrinelli lancia il prossimo cantante.

– Giusy Ferreri: “Fa talmente male” (dirige Roberto Rossi); mi piacciono molto gli archi nella parte bassa, quasi tutto il canto è un ritornello e si canticchia (8= ).
– Alessio Bernabei: “Nel mezzo di un applauso” (dirige Pino Perris); si riesce a seguire solo la frase tormentone (6).

– Ospite musicale: Robin Schulz con Cheat Codes.
– Ospite Virginia Raffaele.
– Rocco Tanica dalla sala stampa.

– I big eliminati questa sera sono Giusy Ferreri, Ron, Albano, Gigi D’Alessio. I tre uomini non meritavano l’eliminazione, rispetto ad altri che sono passati in finale, peccato.

Conclude la serata Lele, vincitore delle nuove proposte, che si riesibisce.

Appuntamento a domani.

Ciao, Igor

P.S.: Mi scuso se invio con un giorno di ritardo ma ieri ero sfinito, non ho nemmeno seguito il dopo festival, lasciando il computer acceso a registrarlo e andando a dormire, crollando come un sasso.

Be Sociable, Share!

About igorfree

Autore anche dei seguenti siti: www.radioigor.tk - www.dodorifanclub.tk - www.igorfree-scuola.tk - www.corocaiterni.tk - Ha partecipato alla realizzazione di www.orizzonteverticale.tk