64° Festival di Sanremo: quarta serata 21/2/2014

“Sanremo & Sanromolo”, l’anteprima del Festival curata da Pif oggi ha mostrato altre facce del Festival; i collezionisti di dischi, di foto e di autografi, i sosia, Valeria Marini e, dulcis in fundo, Frankie hi-nrg che, geniale, canta la sigla del Festival… di san Romolo!!!
 
Anche quest’anno nella quarta serata i cantanti hanno interpretato canzoni di altri; nello specifico brani di cantautori. La mia valutazione riguarderà l’interpretazione e l’arrangiamento; il voto più alto andrà a chi sarà stato più bravo, originale e coinvolgente.
Inoltre stasera è stato decretato il vincitore delle nuove proposte e sono stati assegnati il premio della critica “Mia Martini”, il premio sala stampa radio e tv “Lucio Dalla”, il premio Luzzati ed il premio per il miglior arrangiamento.
 
Ospiti della serata Marco Mengoni che ha aperto la serata cantando “Io che amo solo te”, Silvan che ha rimpicciolito la Litizzetto che nel frattempo faceva battute a raffica facendo sbellicare persino lo stoico prestidigitatore, Gino Paoli che ha cantato accompagnato al pianoforte da Danilo Rea, Luca Zingaretti che ha letto le parole di Peppino Impastato sulla bellezza, Enrico Brignano che ha rievocato”Lulù” in omaggio ad Aldo Fabrizi, Paolo Nutini che ha cantato…
 
Riccardo Sinigallia è stato escluso dalla gara perché si è scoperto che aveva eseguito già in pubblico, per quanto molto risterro, la sua canzone questa estate.
 
Veniamo nel dettaglio alle 14 esibizioni in ordine di esecuzione:
  1. Perturbazione con Violante Placido – La donna cannone: l’hanno personalizzata con garbo, molto bene, non era facile (voto 9+).
  2. Francesco Sàrcina con Riccardo Scamarcio alla batteria – Diavolo in me: grande energia, bene ma non molto distante dall’originale (voto 8).
  3. Frankie hi-nrg con Fiorella Mannoia – Boogie: splendido duetto canoro e di armonia nei movimenti (voto 9).
  4. Noemi – La costruzione di un amore: ben eseguita ed interpretazione sentita (voto 8- ).
  5. Francesco Renga e Checco (dei Modà) – Un giorno credi: bravi ma poco personalizzata (voto 7).
  6. Ron con Maurizio Pica alla chitarra – Cara: l’ha interpretata alla sua maniera (voto 9½).
  7. Arisa con gli WhoMadeWho – Cuccurucucù: gruppo danese per una versione personalizzata musicalmente con gentilezza (voto 8½).
  8. Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots con Tommy Lee alla batteria – Nel blu dipinto di blu: bella versione swingata (voto 9-).
  9. Cristiano De André – Verranno a chiederti del nostro amore: difficilissimo personalizzare un brano del genere, splendido (voto 8+).
  10. Renzo Rubino con Simona Molinari – Non arrossire: magici, grande duetto (voto 10).
  11. Giusy Ferreri con Alessio Boni e Alessandro Aber – Il mare d’inverno: testo recitato bene e poi cantato, per la parte cantata non è reinterpretato e nemmeno perfetto nel duetto (voto 9=).
  12. Antonella Ruggiero con la DigiEnsemble Berlin – Una miniera: sicuramente originale e ben eseguita (voto 10=).
  13. Giuliano Palma e la sua orchestra – I say i’ sto cca’: l’ha fatta alla sua maniera, bene (voto 10-).
  14. Riccardo Sinigallia con Paola Turci, Marina Rei e Laura Arzilli – Ho visto anche zingari felici: Non saprei valutare la vicinanza all’originale che non conosco ma non essendo più in gara evito di andarmelo a cercare e non lo valuto.
Riguardo alla gara delle nuove proposte sono stato molto indeciso. Non amo il genere di Rocco Hunt ma la canzone ha un testo ricco e ben scritto e così ero indeciso tra il 9 ed il 9½. Alla fine ho deciso per il voto giusto e se l’è meritato.
 
La finale delle nuove proposte:
  1. Diodato – “Babilonia” (direttore: Rodrigo D’Erasmo): stasera è stato più bravo nell’espressione (voto 8½).
  2. Zibba – “Senza di te” (direttrice Andrea Mirò): bel brano, lui bravo e disinvolto, voce interessante (voto 9+).
  3. Rocco Hunt – “Nu juorno buono” (direttore: Roberto Rossi): canzone ricca di messaggi positivi, lui bravo ma con comportamenti un po’ ingenui  (voto 9½).
  4. The Niro – “1969” (direttore: Roberto Procaccini): musicalmente è un brano ricco ma il testo non lo capisco (voto 8 ma solo per la musica).
Tele voto e giuria tecnica in sala hanno proclamato vincitore Rocco Hunt che ha ricevuto anche il premio Luzzati.
Zibba, in compenso, ha ricevuto i premi “Mia Martini” e “Lucio Dalla”.
 
Consegnato anche un premio per il miglior arrangiamento, valutato dall’orchestra, che è stato assegnato a Renzo Rubino per il brano eliminato “Per sempre e poi basta”; a consegnarlo il direttore dell’orchestra, Mauro Pagani.
 
Appuntamento a domani per il gran finale con l’elezione del vincitore del Festival, l’assegnazione degli altri premi e l’esibizione di tutti i giovani in gara, eliminati inclusi.
 
Ciao, Igor
Be Sociable, Share!

About igorfree

Autore anche dei seguenti siti: www.radioigor.tk - www.dodorifanclub.tk - www.igorfree-scuola.tk - www.corocaiterni.tk - Ha partecipato alla realizzazione di www.orizzonteverticale.tk